domenica 31 maggio 2015



WITCH & WIZAR: L'ORDINE MONDIALE -UN LIBRO AL LIMITE DELL'INDECENZA

CIAO a tutti ragazzi
e benvenuti nella mia libreria. Oggi voglio recensirvi un libro che ho finito di leggere recentemente e forse è uno dei libri più deludenti che abbia mai letto .
Ma andiamo per gradi. Di che libro parlerò oggi?

TRAMA

La trama si può riassumere in due parole. Due fratelli che lottano contro un sistema che ha preso il potere e che vuole eliminarli perché sono dei "maghi" ( il termine l'ho messo tra virgolette poi vi spiegherò il perchè).

PERSONAGGI

I personaggi sono pochi tra cui i protagonisti e alcuni personaggi che sono secondari ; alcuni appaiono e scompaiono e nessuno di loro ha uno spessore.


AMBIENTAZIONI

Confuse



CONSIDERAZIONI

Ho fatto veramente fatica a catalogare questo libro in un genere, non è un distopico, non è un fantasy , cos'è? non ho capito . Seppur possa sembrare un distopico non lo è perchè poi ci sono degli elementi magici o presenti tale che compaiono.
Il tono del libro è molto veloce, anzi velocissimo, i capitoli sono molti ma sono composti da poche pagine e descrivono il punto di vista dei protagonisti: i due fratelli in questo caso( non ricordo i nomi so che lei si chiama Wisteria) è talmente veloce la narrazione che alcune situazioni sembrano essere scollegate tra di loro.Questa cosa non ha molto senso in quanto i nostri due eroi per la maggior parte della narrazione vivono le stesse esperienze : sono nella cella insieme ecc.. e sapere cosa pensa lui o cosa pensa lei , poco importa ; aveva senso se i due protagonisti vivevano delle situazioni in modo separato allora si che li la cosa aveva senso.
Non ho capito in che epoca la nostra storia si svolge; si sa solamente che arriva questo governo che dal giorno alla notte conquista il potere e basta.. credo e ripeto credo che siamo in un futuro per la presenza di oggetti hi-tech ma non sappiamo assolutamente nulla oltre a sapere che questa dittatura prende il potere , ne come sia riuscita a prenderla ; non solo ma in che arco temporale si svolge la storia, un mese ? un anno? pochi giorni? ...ma la cosa che mi ha lasciato basito è la presenza di mondi ultraterreni. Si parla infatti di Shadowland , di incontri con fantasmi che non ho ben capito se appaiono in sogno o meno , creando così tanta confusione a mio parere. Se questo Shadowland è una città che esiste davvero, la solita residenza contro il potere, oppure se è un'altra realtà , un altro piano astrale.Nulla . Non viene spiegato assolutamente niente. Sappiamo che i nostri eroi vengono salvati da questo fantasma o fenomeno paranormale e che si trovano in questa città, abitata da chi? fantasmi ? umani? boh  Questo enorme sistema che ha conquistato il tutto in meno di una notte: W e W la sera dormono tranquilli e sereni e la mattina BOM si trovano in questa situazione , è talmente astuta sofisticata , tecnologicamente avanzata, che si riesce facilmente ad entrare in una prigione che in qualche pagina prima ci era stata presentata come Alcatraz..mah ..scusate se sto sistema è talmente potente e talmente furbo si fa infinocchiare facilmente ma una massa di bimbi cretini?... non poteva potenziare la sorveglianza? forse non aveva abbastanza soldi.
I protagonisti sono i soliti bambocci che si trovano nella situazione più grande di loro e non sanno come uscirci , e fin qui mi sta bene, sanno che hanno questi poteri che i genitori gli hanno nascosto per molto tempo la verità ma , prima che le guardie cattive portino via i nostri eroi per giustiziarli, non solo il cattivone di turno usa una frase che abbiamo già sentito : "hai gli occhi di tua madre" usata impropriamente perchè contestualmente quella frase non ha senso ma vengono dati a loro degli oggetti. Ora una persona normale si chiede che cosa siano questi oggetti e a cosa servano invece no i nostri eroi ci pensano su solo per qualche minuto e poi basta , sembrano sparire per metà del nostro racconto.Voi capite che questo atteggiamento li rende dei veri e propri idioti, non solo ma non fanno neanche nulla per uscire dalla situazione in cui si trovano , aspettano sempre la cosidetta "mamma dal cielo". SE devo essere sincero a me questo tipo di personaggio in un contesto pseudo-fantasy /pseudo -distopico non mi piace in quanto è vero che il protagonista al inizio non sa che fare, si trova in una situazione nuova ecc.. ma poi alla fine cerca di capire , matura nel corso della narrazione . Voi mi direte :" va be ci sono anche altri volumi magari migliorano "... io non credo.Per quasi tutto il libro vengono definiti "mago" lui e "strega lei " che sinceramente sono due termini impropri perché strega e mano fanno ben oltre che prendere fuoco come la cugina becera della torcia umana e fare qualche scarica elettrica modi l'uomo elettrico o fare qualche incantesimo deficiente, con delle rime alquanto becere; io li paragonerei più a dei supereroi per le cose che sanno fare.
Più che un libro sembrava la sceneggiatura di un fumetto , per il tono per i personaggi ecc.. i personaggi avrebbero avuto molto più spessore che nel libro e la storia avrebbe reso molto di più. 
James Patterson è uno scrittore diventato famoso per i thriller e da scrivere un thriller a scrivere un fantasy/ distopico ce ne vuole ; e questo è il risultato. Si vede benissimo che l'autore non ha la benchè minima idea di cosa sia l'uno e l'altro genere , ha solamente preso degli elementi distopici e fantasy e ne ha fatto un calderone con delle cose assolutamente insensate e con delle situazioni assurde. 
Io non dico che una persona che scrive gialli o thriller deve solo scrivere libri di quel genere ma almeno documentarsi , leggere magari qualche romanzo in modo da avere un'idea di cosa sia, com'è strutturato ecc..ma il problema che il libro non l'ha scritto da solo ma è stato scritto a 4 mani e la cosa è ancora più grave perché nessuno dei due sapeva ( cavolo almeno lei o lui boh ) invece no . 
Solitamente non mi piace dire che i libri fanno schifo ; una persona ci mette tempo ed impegno nella realizzazione di un libro ma farò un'eccezione .. questo libro fa schifo se volete un consiglio non leggetelo e non leggete neanche gli altri volumi ..a meno che il genere lo stile non migliorino 

VOTO 


Due mi sembravano troppi 

LIBRO IN LETTURA 

PERCY JACKSON E GLI DEI DEL OLIMPO -IL LABRO DI FULMINI 

ALLA PROSSIMA 

venerdì 22 maggio 2015



MEMORIE DI UNA GEISHA -ARTHUR GOLDEN

CIAO a tutti oggi voglio parlarvi un libro che ho finito proprio ieri di leggere ; sto parlando di Memorie di una Geisha".

          TRAMA

Il libro parla di una bambina che vive con i suoi genitori. Il padre è molto anziano e la mamma è molto malata. Un giorno lei e sua sorella vengono "vendute"( anche se non viene detto esplicitamente) a un Okija, ovvero una casa dove vengono addestrate le geishe.Lei e sua sorella vengono divise e la nostra protagonista non ne saprà più nulla.
La bambina diventerà una geisha con il nome di Sayuri e il libro descriverà come e perché diventa una geisha, della rivalità con Hatsumomo che è la geisha più famosa, del amore odio con la sua amica Zucca e di questo amore (?) per il Presidente , un uomo che sarà molto fondamentale nella vita della nostra protagonista.





AMBIENTAZIONI 

Siamo in Giappone in un arco temporale che va dagli anni '30 fino alla fine della seconda guerra mondiale. Mi sono piaciute molto le descrizioni della casa dove vive Sayuri, chiamata "casa ubriaca " della scogliera dove si trova, del mare in tempesta, di questo profumo di mare.
Molta cura viene fatta anche per le descrizioni interne, ad esempio delle varie sale da te , del okija , soprattutto ma ci sono anche descrizioni che riguardano cosa sia una geisha, la sua funzione , l'addestramento ( cosa deve sapere , come deve comportarsi , che strumento deve suonare ecc..) aspetto questo molto fondamentale.

PERSONAGGI 

I personaggi sono in prevalenza femminili. 
La protagonista ha un' evoluzione; al inizio è molto insicura, viene strappata al affetto dei suoi cari , non sa cosa le riserverà il futuro, i maltrattamenti , il lavoro duro al Okija.. poi d'un tratto c'è un avvenimento che le fa cambiare idea e da insicura diventa determinata: vuole diventare a tutti i costi una geisha, nella parte centrale però e anche in quella finale , non mi è piaciuta moltissimo sia nei confronti della sua amica Zucca sia del fatto che è in balia degli eventi e si lascia trascinare nonostante abbia acquistato del "potere", 
Nella parte finale del romanzo,invece, acquista le stesse caratteristiche , o almeno alcune di queste , che aveva la sua rivale Hatsumomo, l'ho trovata molto calcolatrice , fredda, e si stava rovinando con le sue stesse mani.
Altro protagonista fondamentale del romanzo è Hatsumomo , sopra citata, che è la rivale della nostra protagonista, ma secondo me simboleggia un mondo un decadenza , che piano piano sta scomparendo infatti nel personaggio nella parte centrale del romanzo perde tono, sicurezza, arroganza , cose che aveva al inizio. 
Di lei sappiamo veramente poco : non sappiamo nulla delle sue origini , del perché sia li, com'è diventata geisha ecc.. secondo è un peccato, se avessimo saputo più informazioni su di lei , sarebbe stato un personaggio completo e avrebbe acquistato delle sfumature che , a parer mio , mancano.
I personaggi maschili sono davvero pochi e uno tra questi , il più importante, è il Presidente. Come Hatsumomo di lui sappiamo veramente poco.

CONSIDERAZIONI.

il libro mi ha veramente affascinato ed incuriosito; ne avevo sentito parlare ma non avevo mai avuto il piacere di leggerlo e devo dire che mi ha catapultato in un mondo affascinate e nello stesso tempo strano. 
Il mondo delle geishe è un mondo fatto a se, con le sue regole, i suoi insegnamenti ecc.. una sorta , se possiamo definirla così di "casta "; il tutto viene curato secondo regole precise, dagli abiti per esempio, alla cerimonia del tè che sembrerà per noi una cosa banale ma è considerato un vero e proprio rito.
Secondo me il romanzo si concentra e si dilunga molto su cose abbastanza inutili, approfondisce cioè certi avvenimenti che potevano essere riassunti in poche righe e la parte riguardante la guerra viene leggermente trascurata. 
La bellezza di questo romanzo è che lascia con  molti punti interrogativi ad esempio se Sayuri ama veramente il Presidente? Secondo me no . Lei vede in lui una sorta di sicurezza un porto sicuro , un ideale da inseguire , forse dovuta anche alla mancanza di affetto e di un padre meno presente. 
Che fine fa Hatsumomo? Altro mistero.
Un libro che vi consiglio di leggere se non l'avete ancora fatto anche se devo ammettere che ho fatto molta fatica a finirlo, soprattutto nel ultima parte. 



VOTO 

                                           

COSA STO LEGGENDO ADESSO ? WITCH & WIZARD -IL NUOVO ORDINE 

ALLA PROSSIMA 

giovedì 7 maggio 2015




IL FIGLIO DEL CIMITERO - NEIL GAIMAN 

Ciao a tutti ragazzi oggi voglio parlarvi di un libro che ho finito di leggere ieri ovvero Il figlio del cimitero di Neil Gaiman. Libro indirizzato a dei ragazzi con delle tinte molto dark.

TRAMA

Nobody è l'unico componente della sua famiglia che sopravvive al loro massacro. Si trova in questo cimitero e viene allevato da fantasmi. Il killer però è ancora in circolazione ; il suo intento è quello di trovare Bod e portare a termine il suo compito.


PERSONAGGI 

I personaggi sono fatti veramente molto bene incominciando da Nobody che è uno dei pochi personaggi che si evolve , che matura ; per lui crescere ed avere un maestro fantasmi è una cosa normale. Di lui mi è piaciuta molto la sua curiosità , quella di sapere cosa c'è al di la del cimitero , conoscere il mondo non solo ma è anche curioso di conoscere una strega che abita nel cimitero e che tutti evitano...
Un altro personaggio che mi è piaciuto molto è Silas. Ho capito veramente poco di lui se devo essere sincero; non ho capito se è un fantasma, se è umano... (??). E' il mentore di Nobody, gli insegna tante cose e gli fa un discorso molto bello quando i due si troveranno a parlare della vita e della morte, qualcosa che fa riflettere.

AMBIENTAZIONI

Il tutto viene ambientato in questo cimitero, composto da lapidi e su ogni lapide lo scrittore cid ice cosa c'è scritto sopra. E' un luogo che mette tristezza, angoscia, però qui viene descritto in una maniera normale.


CONSIDERAZIONI 

Il libro mi è piaciuto molto soprattutto per la storia; quando ho letto la trama mi sono trovato veramente spiazzato e l'ho trovato una stora si macabra ma molto originale e molto tenera. E' scritto in una maniera molto semplice, non si dilunga troppo su descrizioni situazioni ecc.. anche se avrei leggermente approfondito la parte finale , ovvero il clou della storia. Ma stiamo solamente cercando il pelo nel uovo...
Mi è piaciuta anche questa contrapposizione tra la vita e la morte e la riflessione che questo libro fa sulle due condizioni , di come una lapide può essere importante , sul fatto di venire dimenticati dopo la morte e di scoprire quello che c'è al di la del cancello del cimitero; in questo caso è il cimitero ma può essere anche inteso come una barriera o un muro psicologico che dobbiamo superare , andare al di la dei nostri limiti se vogliamo.
Un libro che vi consiglio di leggere perchè ne vale la pena e vorrei adesso leggere CORALINE sempre dello stesso autore.

VOTO 


4 è se andiamo a vedere il pelo nel uovo 

LIBRO IN LETTURA : SHADOWHUNTERS -CITTÀ DI VETRO