lunedì 19 settembre 2016



LE RECENSIONI CHE DEMOLISCONO GRATUITAMENTE IL LAVORO DEGLI SCRITTORI . 







       
















CIAO A TUTTI RAGAZZI. 
Stavo leggendo varie recensioni sia su Anobii che su Goodreads che praticamente sono delle "librerie virtuali" dove un lettore recensisce i libri che ha letto e da un voto ,a seconda de gradimento , usando le stelle che vanno da 1 a 5. 
Ho avuto la sensazione che molte recensioni non sono obbiettive ma sono delle cattiverie gratuite che va in qualche modo a denigrare il lavoro di uno/a scrittore / scrittrice. 
Recentemente ho letto un libro che a me è piaciuto molto , Il libro del destino , di Elisa Rosso , e sia le recensioni su entrambi i social sono veramente esagerate e cattive. 
In una mia recensione ho detto che il libro non è perfetto , che ci sono dei difetti , ma è riuscito a coinvolgermi , mi sono piaciuti i personaggi e le descrizioni ecc.. ma ho anche detto che il libro non è perfetto perché ci sono tante pecche , sia di stile sia di scrittura ma almeno sono stato obbiettivo nella mia recensione come dovrebbero fare tutti senza denigrare gratuitamente il lavoro altrui. 
Una delle cose che ho riscontrato nella varie recensioni che ho letto è stata :

- CI SONO TROPPI ERRORI ORTOGRAFICI .. ok quanti di noi a scuola facendo i temi e ,dopo averli riletti e riletti , c'era sempre quel errore che ci è sfuggito. Ci sono indubbiamente degli errori ortografici ma la colpa è del editing che non ha fatto il proprio lavoro come si deve ; a parte che adesso prendono prodotti su Wattpad e gli sbattono sul mercato senza nemmeno farlo l'editing quindi di cosa ci lamentiamo? E perché accanirsi sull'autrice quando l'errore è stato fatto da altri ? 

Ho letto due fantasy scritti da due ragazzi che più o meno avevano la stessa età di Elisa ed sono delle cose oscene ; più che fantasy sembravano delle sceneggiature di un videogame, il protagonista deve sconfiggere il cattivo e andare dal livello 1 al livello 100 , spessore zero , descrizione dei personaggi zero , ambientazioni : dove sono ? , spazi temporali : lasciamo perdere .. più che romanzi sono dei minestroni.
Forse Elisa non ha letto tanti fantasy come ha fatto Paolini che a parità di età e di esordio ha fatto un lavoro decisamente migliore di Elisa ma ciò non toglie che lei sapeva come strutturare un fantasy e sapeva come costruire i personaggi e ha fatto un lavoro migliore di tanti fantasy scritti da adolescenti come lei che non sapevano minimamente cosa stessero facendo. 

Molte persone secondo me non hanno capito la differenza tra ispirazione e copiatura. 
Io parto da un idea di base già esistente .. la favola della piccola fiammiferaia.. prodotto che già esiste io , però , devo essere abile ad allontanarmi dalla storia originale e crearne una mia che sia sconvolgente , che attragga il letto ecc.. quello vuol dire ispirarsi. 
Copiare invece vuol dire che io prendo parti , situazioni , personaggi , che ho già visto per esempio REGINA ROSSA , libro che aveva del potenziale ma che obbiettivamente parlando ha delle palesi copiature : the Selection , Hinger Games ..( c'è una parte dove la protagonista dice le stesse parole che ha detto Katniss alla Mietitura ..rendiamoci conto ) quello è copiare in quanto tu prendi qualcosa di già visto e lo riproponi nel tuo contesto . 
Se Elisa si è ispirata a "il signore degli anelli" dove sta il problema? Almeno ha fatto qualcosa di originale e la saga va a migliorare già nel secondo volume che è davvero ottimo. Molti hanno detto che il personaggio è sterile e stereotipato; che sia insopportabile questo non è discutibile ma quanti personaggi soprattutto personaggi principali non sono stereotipati? In quanti Urban Fantasy ci sono questi figoni , alti , belli ,palestrati ecc..  allora perché non essere obbiettivi in toto? 
Una saga si deve giudicare nella sua complessità e non fermarsi solo al primo volume , così da avere un quadro chiaro della situazione e poi alla fine si possono fare delle recensioni obbiettive e non delle recensioni sterili .
Il problema di Elisa è stato che hai suoi tempi non c'era Wattpad 

alla prossima